Papa Francesco alle Acli: il lavoro sia un cantiere aperto di speranza per combattere il vuoto e costruire legami di comunità

15 Dicembre 2023

“Le dichiarazioni di Papa Francesco illuminano il nostro impegno e gli sforzi profusi a tutti i livelli per garantire che il lavoro sia non solo dignitoso, ma anche una vocazione unica e insostituibile alla speranza”, ha commentato Emiliano Manfredonia, Presidente nazionale delle ACLI, in risposta al messaggio inviato dal Pontefice in occasione della II Edizione di “LaborDì: un cantiere per generare lavoro”, evento organizzato dalle ACLI di Roma. “Le parole del Papa sono profetiche e ci indicano la strada per costruire una speranza che non sia solo un concetto astratto, ma che si generi attraverso un impegno costruttivo e partecipativo al bene comune”, ha aggiunto.

Manfredonia si è poi rivolto alle centinaia di giovani partecipanti alla giornata, esortandoli ad accettare qualsiasi tipo di lavoro, ma a rifiutare forme che comportino il lavoro nero, il lavoro mal pagato o il lavoro privo di diritti. Ha sottolineato l’importanza di sperimentare diverse opportunità professionali, senza considerare alcuna professione superiore o inferiore alle altre. “Il vostro lavoro dovrebbe sempre essere qualcosa che aggiunge dignità alla vostra vita. Sebbene oggi non sia semplice, le Acli sono qui per supportarvi. Siamo un gruppo di persone unite per fare ciò che riteniamo giusto, perché insieme contiamo di più”, ha concluso. La lettera completa di Papa.

La lettera integrale di Papa Francesco si può leggere qui

 

Ciao, hai bisogno di aiuto?